Ultime dall'Accademia Liliana Paduano
La metropolitana di Napoli fa tappa in piazza Garibaldi
La metropolitana di Napoli fa tappa in piazza Garibaldi
 Il 2 dicembre sarà inaugurata e aperta al pubblico la stazione «Piazza Garibaldi» della Metropolitana di Napoli: prima tappa di un disegno più grande che sta per compiersi, a breve sarà ultimato anche il restyling dell'intera piazza Garibaldi.
Si completa, insomma, un importante tassello del grande mosaico della Metropolitana di Napoli (da 1,6 miliardi): terminate linea ferroviaria e stazione del principale scalo ferroviario della città, diventa possibile la connessione tra Circumvesuviana, Fs, Linea 2 e Linea 1. Inoltre verrà abolita la navetta che finora ha collegato solo poche stazioni per far partire l'intero servizio. Mancano ancora le fermate Municipio e Duomo, dove i lavori procedono lentamente per difficoltà di vario tipo e anche per i frequenti e rilevantissimi ritrovamenti archeologici avvenuti proprio grazie agli scavi effettuati per la Metropolitana.

Ma per vedere i treni in corsa sulla nuova linea si dovrà aspettare ancora un mese circa, come hanno annunciato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, e Alberto Ramaglia, ad della nuova Anm che gestirà il servizio. Stanno per partire il preesercizio, il collaudo, la formazione degli addetti, per attivare il servizio, presumibilmente, tra Natale e Capodanno.
La nuova stazione Piazza Garibaldi è stata realizzata da Metropolitana di Napoli su disegno dell'architetto e urbanista francese Dominique Perrault, lo stesso che sta curando la ristrutturazione del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo, della Biblioteca François Mitterrand di Parigi, del Velodromo e piscina olimpica di Berlino, oltre alla riqualificazione della cava ex-Rainone di Salerno.

FOTO
Pistoletto, Chia e Rotella: così rinascono le stazioni metro di Napoli

L'apertura sarà anche l'occasione per la posa della prima pietra della tratta Centro Direzionale-Aeroporto di Capodichino che rappresenta un ulteriore prolungamento della linea verso est, per cui è stato firmato un Accordo di programma quadro da 600 milioni.
La restaurata piazza, inoltre, sarà articolata in due zone: a nord una successione di giardini e spazi pedonali è scandita dagli accessi alla rete di servizi e al parcheggio nel sottosuolo. A sud la grande galleria ipogea, che collegherà le stazioni, è coperta da una lunga pensilina. Questa struttura, prosecuzione ideale di quella esistente a suo tempo progettata dall'architetto Pierluigi Nervi, è realizzata con un telaio di acciaio che incornicia frammenti di tessuto polimerico di grandi dimensioni.

ARTICOLO TRATTO DA IL SOLE 24 ORE
http://www.ilsole24ore.com/art/impresa-e-territori/2013-11-14/la-metropolitana-napoli-fa-tappa-piazza-garibaldi-151555.shtml?uuid=ABGuNBd